VI Concorso di poesia in dialetto galloitalico

CULTURA
Il Bando per partecipare al concorso. Entro il 31 ottobre 2016 la consegna degli elaborati. Premio di 300 euro al vincitore.

L’Amministrazione Comunale di San Fratello, nell’ambito del percorso di “pianificazione linguistica” intrapreso lo scorso anno, finalizzato alla tutela, valorizzazione e conservazione del dialetto, bandisce il VI Concorso di poesia in dialetto galloitalico. Il bando in questione rientra in questo percorso, e vuole concorrere a muovere verso gli obiettivi del progetto di pianificazione che attengono principalmente alla crescita del codice linguistico dialettale.

Le vicende storiche che accomunano l’area alloglotta galloitalica della Sicilia nascono in seguito alla conquista normanna dell’isola che risale ai secoli XI e XII, durante i quali, migliaia di migranti, provenienti dal nord Italia, si spostarono sul territorio siciliano, per rimanere poi insediati in un certo numero di villaggi il cui elenco completo ammonta oggi a 14 centri principali (in provincia di Messina: 1. San Fratello.  2. Acquedolci, 3. S. Piero Patti, 4. Montalbano Elicona, 5. Novara di Sicilia, e 6. Fondachelli-Fantina. In provincia di Catania: 7. Randazzo. In provincia di Enna: 8. Nicosia, 9. Sperlinga, 10. Piazza Armerina, e 11. Aidone. In provincia di Siracusa: 12. Ferla, 13. Buccheri, e 14. Càssaro.). L’identità di questi centri è legata a quelle vicende storiche e alle parlate galloitaliche che ne scaturirono.

La consapevolezza che il dialetto abbia svolto per secoli, e svolga tuttora, questo ruolo di importante e spesso fondamentale fattore di coesione sociale nei luoghi dove lo si parla, e che l’azione di tutela passa obbligatoriamente attraverso azioni normative, ha fatto promuovere le notevoli e lodevoli  recenti  iniziative in tal senso, come la proposta di legge nazionale su iniziativa del senatore Bruno Mancuso e un disegno di legge a carattere regionale, volti al riconoscimento del galloitalico come minoranza linguistica. Attualmente la legislazione in materia è ferma alla L. R. 26/1998 per quanto riguarda la Regione Siciliana e alla legge 482/1999 per quanto riguarda quella Nazionale. 

Il suddetto percorso, intrapreso da questa Amministrazione, fa riferimento agli attuali studi universitari in materia ed in particolare al “Progetto Galloitalici” attivato dal Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania dal 1987 e vuole, con la collaborazione delle istituzioni scolastiche, delle famiglie, degli studiosi e degli appassionati, oltre la valorizzazione, promuoverne lo studio e la storia. Il Concorso di poesia, l’istituzione del centro studi galloitalici e il positivo recepimento dell’istanza di una giornata di studio sul dialetto galloitalico da svolgersi a San Fratello, da parte del Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, sono tutte tappe volte al raggiungimento di questo comune obiettivo.  
    
Il Vicesindaco Assessore alla cultura, Dott. Ciro Carroccetto
Il Sindaco, Dott. Francesco Fulia


di seguito il bando di partecipazione:

ART. 1
L’Amministrazione Comunale di San Fratello (ME) , bandisce la VI edizione del concorso di Poesia in dialetto galloitalico “Città di San Fratello”.

ART. 2
Il concorso è libero. Nessun componimento deve essere presentato sotto pseudonimo. La partecipazione implica la conoscenza e l’accettazione del presente Regolamento. L’inosservanza, anche di una sola delle condizioni in esso contenute, comporta l’esclusione dal concorso stesso.

ART. 3
Il tema delle poesie è libero. Ogni componimento deve essere inedito, ovvero mai apparso in pubblicazione a stampa o, in formato digitale, su social network (Blog personali, spazi Facebook etc.).  Ogni partecipante può presentare da uno a tre componimenti poetici.

ART. 4
Gli elaborati devono essere inviati entro e non oltre il 31 Ottobre 2016 al seguente indirizzo: Concorso di Poesia “Città di San Fratello”, Via Serpi snc  98075  San Fratello (Me). Della data di spedizione farà  fede il timbro postale.

ART. 5
Gli elaborati dovranno pervenire in una busta chiusa, sulla quale dovranno essere riportati:  la dicitura - Partecipazione alla VI Edizione del Concorso Nazionale di Poesia in dialetto sanfratellano “Città di San Fratello” - ed il recapito del mittente.
La busta dovrà contenere:
a) Gli elaborati poetici redatti in 5 copie ciascuno (formato Word, carattere Times New Roman, dimensione 12, interlinea singola), corredati da traduzione in lingua italiana, anonimi e senza segno alcuno di riconoscimento. Non si accettano manoscritti.
b) Una busta più piccola e chiusa contenente le generalità del concorrente, con gli indirizzi, (civico, e-mail) ed il numero di telefono e priva all’esterno di alcun dato di riconoscimento.
c) Copia della ricevuta del versamento della quota di partecipazione.
Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, anche di forza maggiore, esso non dovesse giungere a destinazione.
La Segreteria del Concorso verificherà l’osservanza di tutti gli articoli del presente Regolamento.

ART. 6
In assenza di percorsi di formazione diffusi sulla scrittura dei dialetti galloitalici della Sicilia, tutti i componimenti saranno presentati nella forma scritta ritenuta più opportuna e comoda per l’autore. Ogni partecipante accetta che il proprio/i componimento/i sia uniformato, in un secondo momento, nella veste grafica adottata dall’Amministrazione comunale e riferita agli studi universitari più recenti in materia. 

ART. 7
Per la partecipazione è previsto il versamento di € 5.00 (cinque/oo) per ogni composizione da effettuarsi sul C.C. 14072987, intestato al Comune di San Fratello, specificando come causale di versamento "Partecipazione a concorso di poesie "

ART. 8
Gli elaborati saranno esaminati da una Commissione nominata dal Sindaco, composta da (cinque) membri di cui uno fungerà da Presidente.
La Commissione, con giudizio insindacabile ed inappellabile, assegnerà i seguenti premi:
Sezione poesia inedita in dialetto galloitalico.
Ai primi tre classificati verranno consegnati premi rispettivamente di € 300, 200 e 150, e una pergamena personalizzata.

ART. 9
A tutti i partecipanti al concorso verrà consegnata una pergamena personalizzata di partecipazione.

ART. 10
La Commissione, qualora ci siano le condizioni, potrà assegnare  menzioni d’onore agli autori di opere che hanno meriti particolari.

ART. 11
Ai Partecipanti sarà data comunicazione scritta o telefonica della data in cui si svolgerà la cerimonia di premiazione che avverrà nella Sala Consiliare del Comune di San Fratello.

ART. 12
Gli elaborati presentati al concorso non saranno restituiti. L’Amministrazione Comunale si riserva il diritto di una loro eventuale pubblicazione.

ART. 13
Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n° 196, si informa che i dati personali relativi ai partecipanti saranno utilizzati unicamente ai fini del Concorso.

ART. 14
La Segreteria del Concorso è sita presso il Municipio di San Fratello, Via Serpi snc  98075 – SAN FRATELLO (Me), Tel. 0941- 794030 int. 19, a cui ci si potrà rivolgere per informazioni durante l’orario di ufficio.

Commenti

Post più popolari