Alloggi popolari a San Fratello, via al cantiere per il recupero


LAVORI 
Opere per un importo complessivo di 543 mila euro. Finanziato dall'assessorato infrastrutture della Regione. Il sindaco Fulia: "Siamo soddisfatti per avere raggiunto l'importante obiettivo".

Giuseppe Romeo.
Consegnato all'impresa "Icev srl" di Favara, vincitrice dell'appalto, il cantiere per il recupero e la razionalizzazione degli alloggi per l'edilizia economica e popolare in via Cirino Scaglione a San Fratello.

Opere per un importo complessivo di 543 mila euro, finanziato dall'Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità della Regione Sicilia. Gl'interventi sono finalizzati alla riduzione dei costi di conduzione degli alloggi e quelli di gestione, a carico del Comune di San Fratello. In particolare è prevista l'installazione di impianti fotovoltaici sulla copertura dell'edificio che ospita 12 alloggi popolari all'interno dei quali vivono altrettante famiglie. Altri lavori riguarderanno la sostituzione degli infissi esterni con installazione di serramenti in pvc a taglio termico e vetri termo-acustici a bassa remissività, la realizzazione di un rivestimento termoisolante a cappotto, certificato secondo la normativa europea e l'abbattimento delle barriere architettoniche.

L'appalto è stato aggiudicato dalla Centrale Unica di Committenza "Tirreno Ecosviluppo 2000" all'impresa agrigentina che aveva proposto un ribasso del 31,559% e un'offerta economica pari a un importo netto di 274.284 euro oltre oneri per la sicurezza. I lavori saranno diretti dall'architetto Giuseppe Principato Trosso e dal Rup, geometra Carmelo Lo Balbo. Oltre ai tecnici e al responsabile dell'impresa Andrea Vallo, alla consegna dei lavori erano presenti il dirigente dell'area tecnica del Comune, ingegnere Giuseppe Contiguglia ed il sindaco di San Fratello, Francesco Fulia.

"Siamo soddisfatti - ha commentato Fulia - per aver raggiunto l'importante obiettivo del via ai lavori che consentiranno il risanamento igienico sanitario dell'immobile allo stato fortemente degradato".

fonte: gazzetta del sud

Commenti

Post più popolari