La casa della solidarietà è realtà

BENEFICENZA
In tanti hanno dato il loro contributo. Il 3 gennaio l'inaugurazione con il vescovo di Patti, Mons. Giombanco. Il 13 gennaio Cena di Beneficenza presso il ristorante Il Cerro.

Raffaella Nardone.
"Aiutaci ad aiutare, insieme si può fare", con questo slogan nel 2014 iniziammo un progetto che finalmente si concretizza. La Casa della Solidarietà, per poter dare un aiuto concreto ad un nostro concittadino che, vivendo in un locale fatiscente e pericolante, si ritrova senza casa. 

Parlando con Padre Salvatore Di Piazza si acquistarono dei locali nel Centro Storico con l'intento di ristrutturarli con l'aiuto di chi voleva e poteva, per questo la definizione di Casa della Solidarietà, in modo da dare un alloggio a questa persona.

Per questo scopo abbiamo, come Associazione VolereVolare, cominciato ad organizzare i mercatini di Natale e Pasqua, nei quali sono stati venduti dei manufatti artigianali  fatti per lo scopo e, insieme alla Caritas abbiamo organizzato delle "cene di beneficenza" per raccogliere fondi.

Finalmente nel Dicembre 2016 iniziano i lavori di ristrutturazione di una parte dei locali in oggetto. Come diceva Madre Teresa: "Quello che noi facciamo è solo una piccola goccia nell'oceano, ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una goccia in meno" e, noi abbiamo avuto tante piccole gocce che ci hanno aiutato. 

Ha iniziato la Ditta Vieni per la messa in sicurezza del tetto, ha proseguito Michele Pipino che insieme ad Alessandro Gambitta ha completato l'opera. Di seguito Alfio Catanzaro che ha fatto da supervisore dei lavori e completato il tutto con il mattonare. I mattoni e le piastrelle sono arrivati da una donazione di Sebastiano Triscari. 

Aggiungiamo i viaggi di Giuseppe Emanuele il contributo di Alfio Carrini, della Ditta Cardali, della ferramenta Macli e Varotta, di Giuseppe Indiviglia, di Frà Giuseppe. Tante piccole gocce che messe insieme hanno permesso di portare a compimento questo progetto, con tutte le persone che hanno acquistato ai mercatini, a tutte le persone che hanno partecipato alle cene di beneficenza, a Donatella Emanuele che in 2 serate ha partecipato insieme alle sue allieve della scuola di danza, al ristorante il Cerro che ci ha ospitati in modo eccellente. 

Al Contributo sostanzioso della Curia di Patti. Però, permettetemi di dire che la cosa che mi ha emozionata di più è stata la partecipazione ai mercatini del 8/9/10 dei bambini della scuola Primaria di San Fratello. Questi bambini coadiuvati dalle maestre e dalle mamme, hanno preparato dei lavoretti venduti e il cui ricavato è stato interamente devoluto alla Casa della Solidarietà. 

Vedere l'impegno e la serietà di questi bambini impegnati nell'esposizione e nella vendita degli oggettini fatti da loro per uno scopo così importante è stata la soddisfazione più grande, vuol dire che il messaggio che volevamo dare con quest'iniziativa è stato recepito.

La solidarietà fa bene a tutti, a chi la fa e a chi la riceve. Grazie a tutte queste persone. Sono state le gocce che hanno formato il mare che ci ha permesso di portare a termine il progetto. Per dirvi GRAZIE a voce, abbiamo pensato di organizzare un'altra CENA di BENEFICENZA per GENNAIO, sabato 13 presso il ristorante il Cerro, dove vi aspettiamo in tanti, insieme alla persone che ci ha aiutato in questa avventura, il nostro animatore speciale Antonio Latteri nostro supporter dal primo minuto insieme a Giuseppe Mirenda, che vi ringrazierà e intratterrà come solo Lui sa fare. 

Noi intanto ringraziamo tutti quelli che hanno contribuito in quest'opera e (mi scuso se ho dimenticato qualcuno) più di tutti Padre Salvatore di Piazza che ha creduto fattibile e ci ha sostenuto in questo progetto. La casa sarà consegnata il 3 Gennaio da Monsignor Giombanco. Vi aspettiamo tutti alle ore 16 in Via Bandiera nel centro Storico di San Fratello. Vi auguriamo un FELICE E OTTIMO 2018. E grazie a tutti!

Commenti

Post più popolari



Per la tua pubblicità scrivi a sottolapietra@email.it